Santino-BERTI-PD-regionali-2018.inddLa lunga attività nel mondo universitario e ospedaliero, l’impegno nella ricerca scientifica e nell’assistenza agli infermi, la profonda conoscenza delle problematiche sanitarie, la consapevolezza che il modello sanitario e di welfare lombardo, pur nella sua bontà necessiti di ancora correzioni e aggiustamenti e di un ulteriore passo avanti per migliorare la qualità, l’efficienza e la tempestività dei servizi erogati come la medicina del territorio, presa in carico della cronicità e della disabilità, estensione e potenziamento dell’assistenza domiciliare pre-post ricovero, risoluzione dei problemi legati alle liste d’attesa.

Tutto ciò mi ha indotto ad accettare la proposta di candidatura, come indipendente, nella lista del PD a sostegno di GORI PRESIDENTE alle prossime elezioni regionali del 4 marzo 2018.

La mia storia di docente universitario e di medico, i risultati conseguiti nella ricerca biomedica anche a livello internazionale, il mio lavoro esclusivo nelle strutture sanitarie pubbliche, sono già di per sé una testimonianza e una garanzia dell’impegno e delle energie che intendo profondere a livello istituzionale per il miglioramento del sistema sanitario e sociosanitario lombardo se i cittadini vorranno onorarmi della loro fiducia e del loro voto. Se eletto, mi piacerebbe aprire un canale di comunicazione e consultazione permanente con i cittadini e con tutti gli operatori del mondo sanitario e sociosanitario per costruire insieme e portare avanti nella sede regionale un progetto di riqualificazione e potenziamento dei servizi sanitari e sociosanitari sia sui territori che nell’ambito dei presidi ospedalieri. Lavorerò, dunque, in Consiglio Regionale perché il dettato costituzionale <<La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell’individuo e nell’interesse della collettività, e garantisce cure gratuite agli indigenti>>, possa trovare un’effettiva realizzazione.”

Territorio

Gestione e condivisione del Territorio per garantire ai cittadini sicurezza e controllo; spazi pubblici per tutti; sviluppo della cultura dell’integrazione attraverso la realizzazione di iniziative per giovani, donne anziani e bambini; maggiore attenzione alla sicurezza stradale con l’implementazione di piste ciclabili sicure e attrezzate; creazione di una rete di autoproduzione di energia elettrica per tutti gli edifici pubblici; politiche incentivanti per la scuola e la formazione professionale. Tutto questo significa un grande risparmio per i cittadini, con una possibile diminuzione delle imposte.

Trasparenza

La Pubblica Amministrazione ha il dovere di portare a conoscenza dei cittadini tutte le iniziative/progetti e le coperture finanziarie per realizzarle; deve rendere conto ogni anno dei bilanci di gestione; deve essere al servizio dei cittadini, non sua nemica; deve essere attiva nel promuovere progettualità in collegamento con le istituzioni nazionali ed  europee per reperire i fondi e non tassare i cittadini; deve garantire i servizi ai cittadini tutti i giorni dell’anno. Tutto questo promuovendo partecipazione e cambiamento reale.

PD_logo

Se hai delle curiosità lascia pure un commento nella sezione “Domande e Risposte” oppure contatta direttamente il Prof. (Contatti)

Annunci